Dati e considerazioni “Cabalistiche” al 24 aprile 2020

Confermato il miglioramento della situazione globale nel nostro paese:
in 10 giorni il carico di posti letto in Terapia Intensiva si è ridotto di circa 1.000 unità (erano 3.079 i ricoverati il 15 aprile).

Sarebbe tuttavia interessante conoscere quanti siano stati i pazienti trasferiti perché migliorati e quanti invece siano quelli deceduti a incidere su questo valore.


Ma bisogna prendere atto che l’acqua imbottigliata dalla Protezione Civile è diversamente trasparente

192994 il totale dei positivi dichiarati sino a oggi. 60498 i casi dichiarati guariti sin dall’inizio della pandemia.

Dal 19 aprile è progressiva anche la tendenza alla riduzione nel numero dei nuovi casi

Precisazione sul calcolo del n° dei nuovi casi: come lo ottengo?

n° nuovi casi=(differenza n° contagiati del giorno rispetto al giorno precedente)-[(differenza n° deceduti del giorno rispetto al giorno precedente)+(differenza n° guariti del giorno rispetto al giorno precedente)]

Nettamente in calo il numero dei nuovi casi sia in termini assoluti che in percentuale

Si tenga sempre in conto che questi numeri esprimono l’andamento complessivo nazionale e non riflettono situazioni locali di criticità o di relativo iniziale miglior contenimento.


Lo sguardo alla situazione globale:
Dal NEJM del 14 aprile 2020. “Spread of SARS-CoV-2 in the Icelandic Population”: “43% of the participants who tested positive reported having no symptoms, although symptoms almost certainly developed later in some of them”.

2 milioni 761 mila i contagi nel bollettino del JH di oggi (alle 18:31).

Una stima reale potrebbe perciò aggirarsi tra il 30% (falsi negativi) e il 40% (asintomatici) in più!


% Guarigioni-decessi a confronto:
93% i “guariti dichiarati” in Cina.
Sempre oltre il doppio la % dei guariti in Iran (75%) e Germania (69,5%) rispetto a quella dell’Italia (31%).
In Francia guariti sono il 26,8%.

In Italia la % dei decessi rimane molto alta:
doppia rispetto a quella dell’Iran e quasi 4 volte quella della Germania.

% di guarigioni e % di decessi a confronto

Statica la riduzione in Cina del numero di casi positivi in fase di malattia (2.500): lo 0,00018%:
1 malato ogni 560 mila abitanti.

In Italia la percentuale rimane sempre intorno allo 0,17%:
1 malato ogni 573 abitanti.


Prosegue l’andamento in discesa dell’occupazione dei posti letto in rianimazione
Analogo l’aspetto dell’occupazione dei posti letto su una stima di 8000 posti letto.


La disponibilità di posti letto nei reparti di Terapia Intensiva è tornata a essere quella di un mese fa.
Rappresentazione della Perfomance: la curva dei decessi conferma la riduzione stabile in termini di pendenza di pari passo con quella del numero dei ricoveri. Le altre due curve restano statiche: a indicare che siamo ben lontani dal poterci permettere di abbassare la guardia.
Nel mondo si avvicina ai 3 milioni il numero dei contagiati secondo le stime ufficiali. Se si considerassero i falsi negativi (circa il 30%) e gli asintomatici (40%) il numero si aggirerebbe tra i 3,6 e i 3,8 milioni.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.